La Germania inizia ad adottare la fattura elettronica B2G

La Germania inizia ad adottare la fattura elettronica B2G

24/11/2016

Il Ministero federale degli interni ha avviato la migrazione verso la fattura elettronica mediante l'approvazione di un progetto di legge che si prefigge di trasferire nella legislazione nazionale la direttiva europea che rende obbligatorio l'utilizzo della fattura elettronica nei rapporti con il Settore pubblico a partire dal 2018.




Lo scorso 13 luglio, il Gabinetto federale tedesco ha approvato un progetto di legge sulla fatturazione elettronica nella contrattazione con l'amministrazione pubblica. La norma promossa dal BMI (Bundesministerium des Innern) permetterà la trasposizione della Direttiva 2014/55/ UE alla legislazione nazionale tedesca, rispettando il requisito dell'Unione di adozione della fatturazione elettronica nei rapporti con la pubblica amministrazione con data limite novembre 2018.

In questo modo, il governo tedesco crea una base legislativa per la ricezione e l'elaborazione delle fatture elettroniche per gli enti pubblici federali. La proposta stabilisce che i “Länder” e i “Kommunalstellen” (organi municipali) avranno la capacità di sviluppare le proprie norme sulla fatturazione elettronica, sebbene sia probabile che si adattino al regolamento nazionale per favorire l'interoperabilità tra pubbliche amministrazioni e semplificare l'adattamento dei fornitori.

Il BMI dovrà affrontare la norma tecnica per indicare in dettaglio gli aspetti operativi della fatturazione elettronica, un compito nel quale sono già coinvolti diversi organi e commissioni create appositamente per questo compito. D'altro canto, il Comitato Europeo di Normalizzazione (CEN) pubblicherà lo standard europeo di fattura elettronica B2G, basato su un modello di interoperabilità semantica che dettaglierà le informazioni minime che dovranno essere contenute in qualunque fattura elettronica destinata a un'amministrazione europea.


Una tendenza che non farà retromarcia

L'implementazione della fatturazione elettronica nell'ambito dei rapporti B2G (Business to Government) riguarda tutti gli stati membri dell'Unione Europea, per questo la Germania non è un caso isolato. Alcuni paesi come la Spagna, il Portogallo o l'Italia, hanno già sviluppato sistemi che prevedono l'uso di queste tecnologie nei rapporti dei fornitori con il settore pubblico. Un altro paese avanzato in questo senso è la Francia, che nel 2017 inizierà il suo progetto di fatturazione elettronica con la pubblica amministrazione. In questi casi, i sistemi già in funzione dovranno necessariamente adottare lo standard di interoperabilità semantica che sviluppa il CEN.

L'Osservatorio Permanente della Fatturazione Elettronica, un gruppo di lavoro creato da EDICOM, esamina in maniera permanente i progressi che vengono fatti in questo senso in tutta Europa. Questa analisi fa sì che la Piattaforma Internazionale di Fatturazione Elettronica di EDICOM sia sempre aggiornata per offrire servizi in qualunque paese del mondo.

Piattaforma di fatturazione elettronica

Una soluzione unica che consente di emettere fatture elettroniche verso qualsiasi paese del mondo

Consulta las últimas noticias en...

Risorse

La Fattura Elettronica con la Pubblica Amministrazione in Francia

Conosci il progetto di dematerializzazione fiscale del settore pubblico in Francia.