Compliant eInvoicing negli Stati Uniti

Compliant eInvoicing negli Stati Uniti

24/11/2016

L'adozione della fattura elettronica negli Stati Uniti come documento con caratteristiche fiscali è molto bassa, sebbene si prevede un'importante crescita nei prossimi due anni per l'impulso che il governo potrebbe dare alla sua adozione nei rapporti con l'amministrazione pubblica.




La fattura elettronica come strumento fiscale è ampiamente diffusa in tutto il mondo, in particolare in America Latina e in Europa, dove si stanno facendo passi decisi per portare avanti il suo uso in modo obbligatorio nei rapporti con l'amministrazione pubblica.

Fino ad oggi negli Stati Uniti non vi è stata alcuna iniziativa in questo senso, motivato in gran parte dalla percezione che la società nordamericana ha di questo tipo di transazione e la tradizione non interventista del settore pubblico nordamericano nelle attività economiche.

Approssimativamente i due terzi delle aziende negli Stati Uniti inviano fatture in PDF attraverso e-mail, ma meno del 20% impiega una tecnologia per il trasferimento di dati come l'EDI o applica processi di crittografia dei dati come la firma elettronica (dati estratti dal rapporto sullo stato della fattura elettronica nel mondo, pubblicato da Billentis). Se a questo aggiungiamo la scarsa implementazione di processi di gestione 100% digitali e i pochi fondi destinati all'adozione di tecnologie in questo senso, capiamo perché la maggiore economia del pianeta è agli ultimi posti nell'uso della fattura elettronica.


Un nuovo orizzonte

Nonostante tutto, gli ultimi studi e indagini elaborati nel mercato statunitense confermano un maggiore interesse per l'adozione della fattura elettronica. Non per niente, si prevede una crescita pari a oltre il 20% del numero di imprese utilizzatrici di questi sistemi.

L'origine di questo forte incremento potrebbe risiedere nell'annuncio dell'Office of Management and Budget (OMB), secondo cui si obbligheranno i fornitori del settore pubblico a emettere fattura elettronica a partire dal 2018, una misura con la quale l'organismo vuole aumentare il risparmio e l'efficienza, sia nelle amministrazioni, sia nelle aziende.

Si prevede, inoltre, che questa misura sia di incentivo per promuovere l'uso della fattura elettronica nell'ambito privato statunitense. Di fatto, sono sempre di più le multinazionali statunitensi obbligate ad adottare questo sistema di fatturazione per rispettare le specifiche dei clienti e delle autorità tributarie dei diversi mercati in cui operano (in particolare l'America Latina). Una situazione contraddittoria, dato che molte imprese nordamericane devono implementare avanzati sistemi di fatturazione elettronica B2B2G nelle proprie filiali latino americane, mentre, nel proprio mercato locale, risulta ancora un sistema sconosciuto.

In Messico, Brasile e Cile, la fattura elettronica è obbligatoria, inoltre va considerato che praticamente tutti gli altri paesi latino americani ne stanno esigendo progressivamente l'uso. In Europa, paesi come la Spagna, il Portogallo, l'Italia e la Francia hanno stabilito l'obbligatorietà nell'ambito B2G e nel 2018 dovranno aderire a questo sistema il 100% dei paesi dell'Unione nei loro rapporti con la pubblica amministrazione.


Un'unica soluzione per tutti i paesi

Con la diffusione della fattura elettronica in tutti i continenti, il principale ostacolo per le multinazionali è l'adattamento a ciascun mercato. Ciascun paese stabilisce i propri requisiti, perciò è fondamentale poter contare su soluzioni avanzate come la piattaforma di Fatturazione Elettronica Internazionale di EDICOM, che si adatta in modo trasparente alle particolarità di ciascun sistema di “compliant eInvoicing”.

Piattaforma di fatturazione elettronica

Una soluzione unica che consente di emettere fatture elettroniche verso qualsiasi paese del mondo

Controlla le ultime notizie in ...

Risorse

La Fattura Elettronica con la Pubblica Amministrazione in Francia
Conosci il progetto di dematerializzazione fiscale del settore pubblico in Francia.