La Russia vanta un sistema di fatturazione elettronico completo

Lo sviluppo della fattura elettronica in Russia è notevole, in particolare nel settore retail, farmaceutico e automotive. Le medie e grandi aziende scommettono sempre di più su sistemi in grado di stabilire limitazioni come l’uso di standard XML etichettati in russo, la richiesta di utilizzare fornitori locali per la gestione dell’invio di documenti o l’integrazione con l’autorità fiscale russa, attraverso lo scambio di diversi ACK.

Obbligatorietà

Non vi è alcun obbligo. L’utilizzo della fattura elettronica in questo paese è opzionale e dipende dagli accordi intercorsi tra mittente e destinatario.

Formalità amministrative necessarie

Le aziende devono sottoscrivere i servizi di un operatore EDI autorizzato e ottenere un certificato digitale emesso da una A.C. russa.

Firma elettronica

Tutte le fatture devono essere firmate utilizzando un certificato emesso da un’autorità di certificazione russa e un sistema proprietario di creazione della firma elettronica.

Formato

La fattura elettronica in Russia viene generata partendo da un file XML strutturato con etichette in russo, standardizzato da parte dell’autorità fiscale.

Controllo fiscale

L’emissione delle fatture deve avvenire attraverso operatori autorizzati.
Il sistema russo esige lo scambio di una serie di ricevute tra questi operatori, che periodicamente vengono sottoposti a verifica da parte delle autorità fiscali russe.
Il sistema russo stabilisce la necessità di documentare elettronicamente la relazione commerciale completa, tramite i seguenti documenti:
  • Contratto
  • Ordine certificato o Atto di prestazione di servizi
  • Fattura
  • Ricevute scambiate tra gli operatori autorizzati

Conservazione

Della conservazione è responsabile l’operatore autorizzato, il quale deve archiviare sia i documenti emessi che quelli ricevuti durante un periodo di 4 anni.

Dubbi in?

Possiamo risolverli
Contattate gli esperti dell’Osservatorio permanente.