La fattura elettronica in Brasile

NF-e | NFS-e | CT-eNota Fiscal Eletrônica | Nota Fiscal de Serviós Eletrônica | Conheçimento de Trasporte Eletrônico

Il Brasile è il paese in cui vengono emessi più documenti fiscali al mondo. Il suo sistema tributario e il suo sistema di fatturazione elettronica sono tra i più complessi a livello globale, anche se ampiamente consolidati ed estesi.

Autorità fiscale: 

SEFAZ - Secretaria da Fazenda
PREFEITURA - Equivalente alle amministrazioni comunali

Obbligatorietà

L’emissione della fattura elettronica in Brasile nei suoi diversi formati è obbligatoria praticamente per il 100% dei contribuenti o per chi genera documenti fiscali.

Formalità amministrative necessarie

I documenti fiscali elettronici devono essere firmati utilizzando un certificato emesso da un’autorità di certificazione brasiliana. Nel caso delle NF-e, è necessario effettuare una verifica preliminare con l’ufficio SEFAZ dei vari stati.

Firma elettronica

I formati vigenti richiedono la firma elettronica, apposta utilizzando un certificato emesso da una C.A. brasiliana.

Formato di stampa

Non è stato definito un formato di stampa specifico, anche se nel caso della NF-e e del CT-e devono essere generati rispettivamente il DANFE (Documento Auxiliar da Nota Fiscal Eletrônica) e il DACTE (Documento Auxiliar do Conhecimento de Transporte Eletrônico), i quali dovranno essere stampati seguendo un formato standard e accompagnare le merci durante il loro trasporto.

Formato

I diversi modelli di fattura elettronica prevedono un formato regolamentato da parte dell’autorità fiscale competente, a seconda dei casi (SEFAZ per NF-e e CT-e - Prefeitura per NFS-e). Tutti i formati vengono strutturati a partire da un XML in cui vengono specificati campi e informazioni che ogni documento deve contenere.

Controllo fiscale

I formati della fattura elettronica esistenti sono diversi e cambiano in funzione della natura del prodotto o del servizio prestato. Per la movimentazione di merci verrà quindi utilizzato l’NF-e, da dichiarare alla SEFAZ (Secretaria da Fazenda) dei vari stati prima della spedizione dei prodotti. I prestatori di servizi logistici potranno utilizzare il CT-e (Conheçiimento de Trasporte Eletrônico), da dichiarare sempre alla SEFAZ, mentre i fornitori di servizi utilizzeranno il NFS-e (Nota Fiscal Eletrônica de Serviços), il cui controllo fiscale viene esercitato da ogni "prefeitura" o comune.

Conservazione

Mittente e destinatario devono obbligatoriamente conservare i documenti fiscali inviati e ricevuti per almeno cinque anni.

Dubbi sulla Fatturazione Elettronica in Brasile?

Possiamo risolverli
Contattate gli esperti dell’Osservatorio permanente.

Ultime notizie

La fattura elettronica in America Latina: Una sfida per le multinazionali

Le multinazionali presenti in America Latina non solo si devono adattare alle particolarità commerciali dei propri clienti regionali, ma devono...

Brasile: La SEFAZ non proseguirà la gestione del portale gratuito di NF-e e CT-e

Nel 2017 la SEFAZ (Secretaria da Fazenda) in Brasile interromperà gli aggiornamenti sul portale gratuito dell'emittente. La misura è stata...

In Brasile eliminato il "Boleto" finanziario non registrato

Il "Boleto" Finanziario Non Registrato non sarà più in uso in Brasile a partire dal 2017. Questo documento tributario, utilizzato per gestire il...